Home » Racconti Erotici » Mi scopo quella baldracca di mia suocera Gerardina

Mi scopo quella baldracca di mia suocera Gerardina

CONTATTAMI IN PRIVATO

Amo avere a che fare con le donne mature, anche se sono sposato e una volta mi è capitato di scoparmi quella bella, incredibile e vogliosa baldracca di mia suocera.

Gerardina, una suocera porcellina

Mia suocera Gerardina si è sempre comportata in maniera egocentrica, provocatoria, con un modo di fare che mi ha sempre ispirato sesso estremo.
Quando andavo a trovarla assieme a mia moglie, prima che lei si trasferisse da noi, la vedevo come una vera dea del sesso, con quei completi che mettevano in mostra le sue forme prosperose e quella voce calda che mi faceva salire una voglia matta di scoparmela.
Queste sensazioni le ho dovute sempre tenere nascoste ma sono certo che quella porcellina si è accorta di come io, in svariate occasioni, ho cercato di avere un contatto fisico con lei.
Essendo una donna separata e di circa 55 anni le ho sempre fatto i complimenti, anche per rincuorarla e lei ha adottato un atteggiamento molto provocatorio nei miei riguardi, al punto tale che sua figlia ci litigava spesso per il suo modo di rivolgersi e relazionarsi a me.

Gerardina, la suocera birichina

Mia suocera io la definisco come una birichina perché da quando si è trasferita da noi non ha mai perso l’occasione per provocarmi.
Una volta mi è capitato di vederla quasi nuda con il solo accappatoio indosso, mentre in altre circostanze ho notato che sotto il suo vestito trasparente non indossava l’intimo e insomma, posso dire che in quanto a provocazioni questa donna non si è mai tirata indietro.
Una sera, mentre la figlia stava facendo il solito turno serale, io e Gerardina ci stavamo gustando un film in salotto e una bibita fresca.
Improvvisamente il film ha proposto una scena hot e la donna ha subito commentato che lei, oltre a essere molto più bella esteticamente e sotto il profilo della prestazione, avrebbe fatto godere il protagonista del film come poche altre.
Io mi sono messo a ridere e lei, guardandomi, mi ha chiesto se avessi voluto provare.
Mi ricordo che non feci in tempo a rispondere quando improvvisamente mi trovai Gerardina sopra le mie gambe che, lentamente, si stava aprendo la sottoveste.
Io ero molto imbarazzato e lei, sorridendomi, mi disse che avrebbe fatto tutto lei e che avrei potuto finalmente scoprire cosa voleva dire scopare con una donna adulta e godere.
Io, un semplice trentenne, mi sono ritrovato in una situazione degna del miglior film a luci rosse, visto che Gerardina, dopo essersi denudata, ha iniziato ad accarezzarmi la gamba e farmi diventare duro come la pietra l’uccello.

La cosa particolare è che la bella donna, come una vera porca esperta, commentava ogni momento del nostro rapporto, sottolineando quanto lo avessi grande e duro e che lei voleva solamente scopare per piacere.
Dopo queste frasi eccitanti, mia suocera me lo ha preso in bocca e vi assicuro che una pompa del genere manco la figlia riesce a farla.
La sua calda lingua, accompagnata da labbra morbide e da una gola profonda, accarezzavano il mio uccello facendolo diventare sempre più duro e voglioso.
Io non resistevo e improvvisamente mi sono ritrovato ad accompagnare la testa di Gerardina verso il mio enorme uccello, agevolando il rapporto orale.
Poco dopo la donna ha voluto che io le assaporassi il sesso: voglioso e completamente rasato, mentre leccavo la patata di Gerardina questa si stimolava il seno e soprattutto godeva a voce alta, quasi stesse impazzendo dal piacere.

A eccitarmi maggiormente erano sempre i suoi commenti e il fatto che sosteneva che la figlia avesse scelto bene con chi stare, visto che le stavo regalando un momento di piacere intenso come pochi altri sono riusciti in passato.

Gerardina e la piacevole scopatina

Poco dopo Gerardina mi aveva portato nella camera degli ospiti, dove lei stava a casa nostra e mi ha letteralmente buttato sul letto, quasi di forza.
La bella e vogliosa suocera, poi, si è messa sopra e si è fatta scopata come una vera assatanata di sesso.
Il mio cazzo le piaceva e anche essere toccata nel suo seno sodo e voglioso le provocava piacere, al punto tale che pensavo che stesse per venire.
La mia calda suocera si muoveva velocemente, quasi senza sosta, mentre si faceva trombare ripetutamente e godeva.
Ogni penetrazione le provocava piacere e dopo aver sostenuto di essere sazia nella fica, si è messa con il suo bel culo a novanta gradi, invitandomi a possederla anche da dietro.
Anche in questo caso posso dire di aver goduto al massimo mentre me la scopavo: lei voleva anche essere sculacciata e questo non ha fatto altro che mandarmi in totale estasi, al punto tale che le sono venuto dietro, esplodendo.

Subito ci siamo ricomposti e da quel momento Gerardina è divenuta la mia amica di letto, all’insaputa della figlia, visto che comportandosi come baldracca e facendo tutto il possibile per eccitarmi, non posso di certo tirarmi indietro e almeno una volta alla settimana ci gustiamo una sana e unica trombata esplosiva e ricca di piacere.

CONTATTAMI IN PRIVATO

Altri Annunci Interessanti

Lascia un commento

RISPONDI ALL'ANNUNCIO